Cultura

25 novembre 2018 GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Clicca qui per vedere l'INSTALLAZIONE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DEL VALLAURI

#IO LEGGO PERCHE'

iol

L'Istituto Vallauri partecipa al progetto#ioleggoperchè, finalizzato ad incentivare la lettura tra i ragazzi, ampliando il patrimonio bibliotecario delle scuole!

Come funziona? Bisogna recarsi in una delle librerie gemellate con il nostro Istituto dal 20 al 28 ottobre, acquistare un libro da donare alla biblioteca del Vallauri: per ogni libro regalato, la casa editrice ne donerà un altro.

Le librerie gemellate con noi sono: libreria La Fenice, libreria Mondadori e Libreria Radice Labirinto, tutte di Carpi.

Recandovi lì Sabato pomeriggio 27 ottobre troverete i nostri studenti a spiegarvi il progetto e consigliarvi i libri.

Regalate un libro,

fate crescere la voglia di leggere!!

Art31n610c0 del Vallauri: MUSICA

Sei invitato anche tu a partecipare al progetto: "Art31n610c0 del Vallauri": giovedì 17/05/2018 dalle 14,30 alle 16,30 e giovedì 24/05/2018 dalle 14,30 alle 16,30 presso l'aula 30 dell'Istituto ci divertiremo ascoltando buona musica e sperimenteremo le potenzialità di vari strumenti: chitarra (classica, acustica ed elettrica), basso elettrico e batteria elettronica. Sono invitati tutti: alunni di qualsiasi classe, docenti e personale ATA. Per partecipare al progetto è gradito segnare il proprio nominativo sul foglio sulla porta accanto alla portineria. Non mancare, ne sentiremo delle belle!!!

 

 

TRAIETTORIE INVISIBILI: punto di vista di uno spettatrice

 

Lo spettacolo teatrale “Traiettorie invisibili”, organizzato dal prof. Paolo Gera, insieme al regista Federico Baracchi e l’attore Saverio Bari, con i ragazzi del laboratori di teatro del Vallauri, ha suscitato emozioni forti e contrastanti tra loro agli spettatori. Il tema era incentrato sul fenomeno dell’immigrazione osservato dal punto di vista di immigrati e da quello dei super paperoni che possiedono metà ricchezza dell’intero pianeta.

Scenografi e tecnici sono riusciti a rievocare un’atmosfera cupa ed intensa, con luci soffuse di diversi colori: rosso, blu, nero e giallo, ciascuno rappresentante sentimenti e situazioni diverse.

Lo spettacolo si è svolto all’interno dell’istituto, che è diventato metafora del percorso dei migranti verso l’Europa, passando di aula in aula. Partendo dal giardino, con una scena che rappresentava l’inseguimento tra polizia e ribelli che rivendicavano la libertà e i diritti sanciti nei trattati dell’ONU, finendo in aula 45, laboratorio di meccanica, ad ascoltare le attrici che raccontavano attimi di terrore durante i viaggi clandestini via mare e terra, gli stupri e il dolore vissuto.

Gli spettatori hanno seguito, nelle loro peregrinazioni, gli attori/migranti e a mio parere il clou è stato durante la rappresentazione dei miliardari che controllano il pianeta e che gli attori, il professore Alessandro Catalano ed Emanuela Croci, interpretavano passandosi un pallone gonfiabile ed esclamando un frasario tipico del linguaggio economico.

Infine, lo spettacolo si è concluso con la presentazione dei diversi attori, l’urlo della propria libertà di cittadino europeo e il salto mortale di alcuni ragazzi, che simboleggiava l’oltrepassare dei confini.

NOTTE MAGICA AL VALLAURI

Informazioni aggiuntive