Un obiettivo concreto: la certificazione linguistica

Non ho mai avuto il dubbio di partecipare a questo corso infatti quando la prof.ssa Santucci mi informò e mi chiese se volessi parteciparvi risposi subito di sì. La mia paura più grande era quella di non conoscere nessuno e di non riuscire a fare nuove amicizie, ma per fortuna anche i due Bonezzi, che sono miei compagni di classe, sono passati alle selezioni. I motivi per cui ho scelto di partecipare al corso sono state: il fatto che con un livello B2 in Inglese ti si aprono moltissime porte per il futuro e mi volevo mettere alla prova. Non è difficile come corso, mi aspettavo molto peggio: infatti le uniche difficoltà che ho sono dovute al fatto che, partecipando anche ad altri progetti, spesso mi ritrovo a non riuscire a studiare o a fare i compiti. Non penso di avere dei punti di forza in realtà, io provo a fare del mio meglio, mentre nei punti deboli c'è il non riuscirsi ad organizzarsi per studiare al meglio, ma ci sto lavorando perchè a dirla tutta, voglio andare in Irlanda e voglio avere la certificazione di livello B2 in Inglese! La prof.ssa Tibaldi ad ogni lezione ci ricorda che il nostro esame non sarà semplice e che per passarlo dobbiamo essere bravissimi; infatti, quando ce lo dice mi viene un pò il panico, perchè penso di non essere abbastanza pronto, ma so che andando avanti imparerò sempre più cose e quindi arriverò pronto all'esame...almeno lo spero! Oramai più della metà del tempo è passata e l'asticella della difficoltà si sta alzando sempre di più, nei prossimi mesi spero che non arrivi ad un livello inarrivabile sennò potrei essere nei guai.

Alessio Pecorale

Informazioni aggiuntive