Cheerleading

 

 

 

CHEERLEADING

Cheerleading è il termine che indica uno sport che combina coreografie composte da elementi di ginnastica, danza e stunt, per concorrere a gare specifiche o eventualmente per incoraggiare sul campo di gioco le squadre durante competizioni sportive e partite.

Con oltre 1 milione e mezzo di partecipanti (esclusi i milioni di atleti delle scuole e dei college), il cheerleading è uno degli sport più praticati negli Stati Uniti.

To cheer = fare il tifo

Leader = chi guida, orienta un gruppo di persone

cheerleader => "chi guida il tifo"

Storia

Le prime manifestazioni di cheerleading cominciarono ad apparire negli Stati Uniti, negli ultimi periodi del 1880, quando durante alcune partite il pubblico cantava per incitare le proprie squadre.

Il 2 novembre 1898 viene ricordato come giorno della nascita del cheerleading, quando lo studente Johnny Campbell diresse il tifo del pubblico. Poco dopo l'università del Minnesota organizzò una squadra di sei studenti maschi, che continuarono ad usare i cori di Campbell.

Nel 1903 nacque la prima organizzazione di cheerleading "Gamma Sigma".

Il Cheerleading quindi nacque come attività prettamente maschile, ma dal 1923 nelle squadre di cheerleading cominciarono ad entrare anche le donne. Al giorno d'oggi si è calcolato che il 97% dei cheerleader siano di sesso femminile.

Il cheerleading in Italia

2008: nasce la FISAC, Federazione Italiana Sport Acrobatici e Coreografici, la prima federazione in Italia.

2009: si costituisce la FICAD, Federazione Italiana Cheerleading Acrobatico e Dance.

2010: la FICAD entra nella International Cheerleading Federation.

2011: viene istituita la European Cheer Union (ECU), di cui entra a far parte la FISAC.

2013: i membri provenienti da entrambe le federazioni decidono di costituire la FICEC, Federazione Italiana Cheerleading e Cheerdance una terza federazione di cheerleading.

2013: FISAC, FICAD e FICEC vengono riconosciute come membri effet

tivi della European Cheer Union.

2010: la FISAC diventa membro dell'International Cheer Union, organizzazione mondiale che riunisce oltre 3,5 milioni di cheerleaders di oltre 100 nazioni differenti.

 

Componenti

Le squadre del cheerleading non hanno un numero massimo di componenti. Soltanto nelle gare le squadre troppo numerose (generalmente più di 25) ricevono una penalità.

Ogni piramide o presa è composta da 4 membri:

- la flyer, colei che, mentre viene lanciata, esegue delle acrobazie in aria;

- due basi, che hanno il compito di sollevare la flyer;

- la becks pot, che, da dietro la presa, aiuta le basi a sollevare la flyer e a mantenerla in equilibrio.

 

Cherleading e Cheerdance

Oltre al cheerleading esiste il cheerdance. Quest’ultimo non è molto differente dal primo.

Il cheerdance è carraterizzato dal ballo, infatti, in esso non si eseguono salti acrobatici oppure piramidi umane, ma si creano coreografie spettacolari che, utilizzando dei pom-poms colorati, si costruiscono magiche figure.

Costumi

Le cheerleaders indossano prevalentemente una divisa composta da una canotta, sulla quale vi è scritto il nome del gruppo, e una minigonna degli stessi colori della polisportiva.

In America è diffusa anche la divisa composta da canotta e pantaloncini. Ovviamente ogni squadra ha la sua originalità e può decidere di cambiarla a seconda della canzone o della coreografia usata.

Informazioni aggiuntive